January 18, 2019     Florin Dumitrescu

Quali sono le condizioni alle quali la promessa di compravendita di un immobile può essere annotata nel libro fondiario?

La promessa di concludere un contratto avente per oggetto il diritto di proprietà sull’immobile o altro diritto ad esso connesso può essere annotata nel libro fondiario, se il promittente è iscritto nel libro fondiario come titolare del diritto oggetto della promessa, e il preliminare, a pena di rigetto della richiesta di notazione, stabilisce il termine entro il quale il contratto deve essere concluso. L’annotazione può essere effettuata in qualsiasi momento entro il termine stipulato nel preliminare per la sua esecuzione, ma non oltre sei mesi dalla sua scadenza.

La promessa può essere cancellata, se il convenuto non ha chiesto al giudice di pronunciarsi in sostituzione del contratto, entro sei mesi dal termine per la sua conclusione o se, nel frattempo, il bene è stato definitivamente aggiudicato nel vendita forzata da un terzo che non è tenuto a rispondere delle obbligazioni del promettente (art. 906 par. 2 del codice civile rumeno).

La cancellazione sarà disposta d’ufficio se fino alla scadenza del termine di sei mesi previsto dall’art. 906 alin. 2 del codice civile, non è stata richiesta la trascrizione del diritto oggetto della promessa, salvo il caso in cui l’avente diritto abbia richiesto l’annotazione nel libro fondiario dell’azione prevista dall’art. 906 par. 2 del codice civile rumeno.

Inoltre, la promessa sarà cancellata d’ufficio in tutti i casi in cui, fino alla conclusione del contratto di cui sopra ovvero fino alla definizione definitiva dell’azione prevista dall’art. 906 par. 2 del codice civile rumeno, l’immobile è stato definitivamente aggiudicato nella vendita forzata da un terzo che non è tenuto a rispondere delle obbligazioni del promettente.

Per informazioni dettagliate scrivici a florin.dumitrescu@dumitrescuasc.ro.

December 10, 2018     Florin Dumitrescu

Come viene eseguita la preclusione immobiliare secondo il codice di procedura civile rumeno?

Come nella normativa vigente, nell’accoglimento del nuovo codice di procedura civile rumeno approvato dalla Legge n. 134/2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Romania, parte I, n. 485 / 15.07.2010, l’esecuzione forzata si integra nel processo civile, rappresentando la sua seconda fase, un procedimento attraverso il quale il creditore, titolare del diritto riconosciuto da una decisione giudiziale o da altro atto esecutivo, vincola, con la concorrenza dei organi statali competenti, sul suo debitore che non adempia volontariamente agli obblighi derivanti da tale titolo, di adempierli, con la forza.

Il diritto di avviare l’esecuzione spetta, quindi, al creditore, salvo diversa disposizione di legge (art. 654 par. 1 del nuovo codice di procedura civile rumeno) che, tuttavia, può procedere al riguardo solo nel rispetto di determinati requisiti di ordine procedurale espressamente disciplinato dal legislatore.

Sotto l’aspetto della competenza dell’ufficiale giudiziario, l’art. 642 del codice civile rumeno stabilisce che, salvo diversa disposizione di legge, le decisioni del tribunale e gli altri titoli esecutivi sono eseguiti dall’ufficiale giudiziario del distretto della corte d’appello, come segue: in caso d’inseguimento forzato di beni immobili, inseguimento forzato dei frutti colti alle radici e dell’esecuzione forzata diretta dell’immobile, l’ufficiale giudiziario della circoscrizione della corte d’appello ove si trova l’immobile. Disposizioni analoghe si trovano nell’art. 808 par. 1.

In caso d’iscrizione di più immobili, censiti presso il medesimo ufficio o presso diversi uffici catastali e di pubblicità immobiliare, per un debito garantito da ipoteca collettiva, la domanda va indirizzata all’ufficiale giudiziario nel cui territorio è iscritta l’ipoteca principale (art. 808 par 3).

Per informazioni dettagliate scrivici a florin.dumitrescu@dumitrescuasc.ro.

November 24, 2018     Florin Dumitrescu

How is the real estate foreclosure performed according to the Romanian Code of Civil Procedure?

As in the current regulation, in the acceptance of the new Code of Civil Procedure approved by Law no. 134/2010, published in the Official Gazette of Romania, part I, no. 485 / 15.07.2010, the forced execution is integrated into the civil process, representing its second phase, a procedure through which the creditor, holder of the right recognized by a court decision or by another executory act, constrains, with the competition of the competent state bodies, on its debtor who does not voluntarily execute his obligations deriving from such a title, to carry them out, forcibly.

The right to start the enforcement belongs, therefore, to the creditor, unless otherwise provided by law (art. 654 paragraph 1 of the new Romanian Code of Civil Procedure) which, however, can proceed in this regard only in compliance with certain requirements of procedural order expressly regulated by the legislator.

Under the aspect of the competence of the bailiff, art. 642 of the Romanian Code of Civil Procedure stipulates that, unless otherwise provided by law, the court decisions and other enforceable titles shall be executed by the bailiff from the constituency of the court of appeal, as follows: in case of forced pursuit of real estate, the forced pursuit of the fruits caught by the roots and of the direct real estate forced execution, the bailiff from the circumscription of the court of appeal where the real estate is located. Similar provisions are found in art. 808 para. 1.

When several real estates are pursued, registered at the same office or different cadastral and real estate advertising offices, for a debt secured by a collective mortgage, the application will be addressed to the bailiff in whose territorial area the main mortgage is registered (art. 808 para.3).

For detailed information write to us at florin.dumitrescu@dumitrescuasc.ro.

November 2, 2018     Florin Dumitrescu

What are the conditions under which the sale-purchase promise regarding real estate can be noted in the land book?

The promise to sign a contract having as object the property right over the real estate or another right in connection with it can be noted in the land book if the promisor is registered in the land book as the holder of the right subject to the promise, and the pre-contract (under penalty of rejection the application for grading) stipulates the term in which the contract is to be concluded. The registration of this contract can be done at any time within the term stipulated in the pre-contract for its execution, but not later than six months from its expiration.

The promise may be deleted if the beneficiary has not asked the court to issue a decision to take the place of the contract, within six months of the deadline for its conclusion or if, in the meantime, the property was finally obtained during the sale forced by a third party who is not required to answer for the obligations of the promiser (art. 906 paragraph 2 of the Romanian Civil Code).

The deregistration will be ordered ex officio if, until the expiration of the term of six months provided in art. 906 para. 2 of the Romanian Civil Code, the registration of the right that was the object of the promise was requested, except for the case when the entitled person requested the notation in the land book of the action provided in art. 906 para. 2 of the Romanian Civil Code.

Also, the promise will be deleted ex officio in all cases when, until the conclusion of the contract mentioned above or until the final settlement of the action is provided in art. 906 para. 2 of the Romanian Civil Code, the building was definitively acquired in the forced sale by a third party who is not required to answer for the obligations of the promisor.

For detailed information write to us at florin.dumitrescu@dumitrescuasc.ro.

Revista Ta de Educatie in Imobiliare si Constructii


Autor

Florin Dumitrescu Linked In

Eu sunt Florin Dumitrescu si cred ca am o mare doza de naivitate si idealism. Idealism si naivitate. Desi pare o prezentare tinuta la Asociatia Idealistilor Anonimi, de fapt nu e decat o justificare, poate neverosimila a crearii acestei reviste. Da. Am creat aceasta revista in speranta naiva de a indrepta lucrurile (care trebuie sa recunoastem, nu merg foarte bine) in afacerile imobiliare.

Cere sfatul nostru

Autor